La legge 11 dicembre 2016 n. 232 (di bilancio 2017) ha introdotto la decontribuzione previdenziale  nel limite di € 8.060,00 - è esclusa per i premi Inail - per le assunzioni, anche in somministrazione, o trasformazioni da tempo determinato a indeterminato, di giovani tra i 16 e i 24 anni ovvero di lavoratori con almeno 25 anni privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. Le assunzioni devono essere effettuate nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 presso le sedi di lavoro ubicate nelle Regioni "meno sviluppate" (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) oppure nelle Regioni "in transizione" (Abruzzo, Molise e Sardegna).

Con D.D. 16 novembre 2016 prot. 39/367 è stato riconosciuto e regolamentato il beneficio in argomento.

Il beneficio potrà essere fruito nel limite delle risorse individuate nell'allegato al D.D. 367/2016, pari a € 500.000.000,00 per le Regioni “meno sviluppate” e € 30.000.000,00 per le Regioni “in transizione”. Con comunicato del 12 dicembre 2017, pubblicato sul sito dell'Anpal, è stato rifinanziato aggiungendo 10 milioni di euro per le Regioni "in transizione" e 55 milioni di euro per le Regioni "meno sviluppate".

L'inps ha emanato la circolare 1 marzo 2017 n. 41 alla quale sono seguiti i messaggi 15 marzo 2017 n. 1171 e 21 aprile 2017 n. 1727.

Per usufruire dell'incentivo occorre inviare, tramite la piattaforma online dal sito Inps, domanda alla quale seguirà l'autorizzazione a conguagliare il beneficio. Il conguaglio dovrà effettuarsi entro e non oltre il 28 febbraio 2019.

Alla piattaforma Inps denominata "DiResCo" (Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente) si accede dai "Servizi per le aziende e consulenti" del sito Inps, previa autenticazione.

 

 

#daconsultare

pagina dal sito Anpal

 

#daleggere

Guida incentivi all'assunzione e creazione di impresa (il beneficio in argomento alle pagg. 14-15)