Si segnalano le novità che, in atto, si registrano sui contratti di solidarietà.
 
1. Contratti di solidarietà difensivi ex art. 1 della legge n. 863/1984: diversamente da quanto operato per lo scorso anno dal 1° gennaio 2015 l’integrazione torna ad essere del 60%.
 
2. Contratti di solidarietà ex art. 5 della legge n. 236/1993: per tali contratti previsti per le imprese non rientranti nel campo di applicazione della Cigs e, nel tempo estesi anche alle aziende con meno di 15 dipendenti, per il 2015 non risulta alcun specifico finanziamento proveniente né dalla legge di stabilità 2015 (n. 190/2014), né dal D.L. "mille proroghe” (n. 192/2014) in corso di conversione.