Pubblicata nella G.U. n.1 del 2 gennaio 2012 la legge 15 dicembre 2011, n. 217 Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunita' europee - Legge comunitaria 2010. Entra in vigore il 17 gennaio.

Le disposizioni che riguardano i datori di lavoro sono contenuti nell'articolo 21 titolato Delega al Governo per l'attuazione delle direttive 2009/38/CE, relativa al comitato aziendale europeo, 2009/50/CE e 2009/52/CE, in materia di lavoro dei cittadini di paesi terzi  il quale recita:

Il Governo è delegato ad adottare, entro il termine di tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri o del Ministro per le politiche europee e del Ministro del  lavoro  e  delle  politiche sociali, di concerto  con i Ministri  degli  affari  esteri,  della  giustizia, dell'economia e delle finanze e  dell'interno,  uno  o  piu'  decreti legislativi  per  l'attuazione   delle   direttive   2009/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6  maggio  2009,  riguardante l'istituzione di un comitato aziendale europeo o di una procedura per l'informazione e la consultazione dei lavoratori nelle imprese e  nei gruppi di imprese di dimensioni comunitarie  (rifusione), 2009/50/CE del Consiglio, del 25 maggio 2009, sulle  condizioni di  ingresso e soggiorno di cittadini di paesi terzi che intendano  svolgere  lavori altamente qualificati, e 2009/52/CE  del  Parlamento  europeo  e  del Consiglio, del 18 giugno 2009, che introduce norme minime relative  a sanzioni e a provvedimenti nei confronti  di  datori  di  lavoro  che impiegano cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare.

 

Vedi Dossier nel sito del Senato della Repubblica (Atto Senato n. 2322-B).