Con altra nostra news sugli incentivi (per i lavoratori e le aziende) della finanziaria 2010 sono stati rappresentati i decreti interministeriali n. 53343 e n. 53344 del 26 luglio 2010.

Sull'argomento interviene la Circolare Inps 31 gennaio 2011 n. 22 illustrando le istruzioni operative finalizzate all’effettivo godimento dei benefici. Benefici che, con la legge di stabilità 2011, sono stati prorogati per l'anno in corso.

Le istanze volte ad ottenere i benefici possono essere accolte nei limiti delle risorse appositamente stanziate, secondo i criteri di seguito descritti.

Come individua la circolare le disposizioni di legge intendono promuovere:

  1. l’assunzione di lavoratori disoccupati ultracinquantenni, titolari di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali (comma 134, primo periodo, della disposizione citata); si evidenzia che l’incentivo si applica quando non ricorrono le condizioni per la fruizione diretta dei benefici contributivi di cui alla legge n. 223/1991;

  2. l’assunzione o il mantenimento in servizio di lavoratori che abbiano almeno 35 anni di anzianità contributiva, per i quali siano scaduti determinati incentivi connessi alla condizione di disoccupato del lavoratore (comma 134, secondo periodo, della disposizione citata);

  3. l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di lavoratori disoccupati di qualunque età, titolari di indennità di disoccupazione ordinaria o del trattamento speciale di disoccupazione edile (comma 151 della disposizione citata); si evidenzia fin d’ora che questi ultimi incentivi sono cumulabili con quelli indicati ai punti A e B, se ne ricorrono tutti i corrispondenti presupposti di legge.