Con D.A. 699 del 12/08/2010 si è avviata la Sperimentazione in Sicilia del Libretto Formativo del Cittadino.

Il libretto formativo nasce con il D. Lgs. 10 settembre 2003, n. 276 che all'art. 2, lett. i) così lo individua: libretto personale del lavoratore definito, ai sensi dell'accordo Stato-regioni del 18 febbraio  2000di concerto tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, previa intesa con la Conferenza unificata Stato-regioni e sentite le parti sociali, in cui vengono registrate le competenze acquisite durante la formazione in apprendistato, la formazione in contratto di inserimento, la formazione specialistica e la formazione continua svolta durante l'arco della vita lavorativa ed effettuata da soggetti accreditati dalle regioni, nonché le competenze acquisite in modo non formale e informale secondo gli indirizzi della Unione europea in materia di apprendimento permanente, purché riconosciute e certificate;

L'approvazione del modello di libretto formativo del cittadino è ad opera del D.M. 10 ottobre 2005 (pubblicato sulla G.U. n. 256 del 3 Novembre 2005) cui è allegato il relativo modello e il documento tecnico. L'assistenza tecnica viene affidata all'Isfol (vedi sito del Punto Nazionale di riferimento)

Costiutiscono riferimento: legge 14 febbraio 2003, n. 30; art. 2, comma 1, lettera i), del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276; allegato B dell'Accordo Stato-regioni del 18 febbraio 2000; decreto del Ministero del lavoro e della previdenza sociale del 31 maggio 2001, n. 174/2001; documento tecnico allegato all'«Accordo tra il Ministro dell'istruzione dell'universita' e della ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le regioni, le province autonome di Trento e Bolzano per la definizione degli standard formativi, in attuazione dell'Accordo quadro sancito in Conferenza unificata il 19 giugno 2003» del 15 gennaio 2004; Accordo intervenuto in sede di Conferenza unificata di cui all'art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, nella riunione del 28 ottobre 2004; decisione del Parlamento europeo e del Consiglio dell'Unione europea del 15 dicembre 2004, n. 2241/2004/CE inerente la definizione di un «Quadro comunitario unico per la trasparenza delle qualifiche e delle competenze - Europass»; intesa sullo schema di libretto formativo del cittadino intervenuta in sede di Conferenza unificata nella riunione del 14 luglio 2005. Ulteriori approfondimenti nel sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.